Un menu per il pranzo di Natale mantenendo un’alimentazione sana? Ecco i nostri consigli

Un menu per il pranzo di Natale mantenendo un’alimentazione sana? Ecco i nostri consigli

Natale è alle porte e i chili in eccesso sono in arrivo. Durante le feste è praticamente routine mangiare più del solito. Cene con amici, pranzi eccessivamente carichi in famiglia ed altri eventi ci fanno facilmente cadere in tentazione facendoci mangiare e bere in maniera eccessiva. In un modo in cui non siamo abituati così spesso e che potrebbe portare danni alla nostra salute.

Durante queste festività, infatti, si fanno davvero tanti errori nell’alimentazione. Per questo è necessario adottare un menu per il pranzo di Natale 2017 mantenendo un’alimentazione sana. Un menu di Natale sano e che non rinuncia al gusto. Ecco i nostri consigli.

Menu pranzo di Natale: dritte per facilitare la digestione durante i giorni di festa

La premessa è che non è facile seguire rigidamente indicazioni sull’alimentazione durante le festività natalizie, è davvero facile “esagerare” e ne siamo consapevoli. È possibile, però, scegliere i prodotti meno pesanti che utilizzeremo nei menu festivi.

Per quanto riguarda aperitivi e antipasti, che rappresentano la parte di ogni menu natalizio che appesantisce e riempie più di tutto, basta seguire quanto segue per poter almeno gustare di più le portate successive.

E’ consigliabile servire circa mezz’ora prima degli antipasti un centrifugato di anice, mela e limone che metabolizzano l’azione del fegato e aiutano l’intestino nella digestione. E’ meglio evitare quelli ricchi di grassi che rallentano la digestione a vantaggio di piccoli assaggi di verdure servite insieme a sfiziosi snack di riso e mais (che aiutano tantissimo l’intestino) aromatizzati magari al rosmarino o al peperoncino. Il primo, infatti, è un ottimo drenante per il fegato, il secondo facilita invece la digestione. È preferibile non servire fritti.

Per primi e secondi è davvero difficile dare dritte perché con ogni probabilità difficilmente si potrebbe scendere a compromessi con i sapori della tradizione. Vi diciamo soltanto di stare attenti a fritti e a cibi troppo grassi.

Per quanto riguarda, invece, altre portate tipiche: per cotechino e lenticchie vi consigliamo di aggiungere un paio di cucchiai di semi di cumino (che assorbono i gas intestinali) al termine della cottura delle lenticchie stesse; per i dolci quali panettoni o pandori, meglio acquistare quelli senza farciture (creme, cioccolato ecc).

Per i digestivi, infine, occhio ai superalcolici: sono una vera e propria zavorra per il fegato e ciò penalizza la piena funzionalità dell’intestino facilitando la gonfiezza di stomaco. Un consiglio particolare? Provate un cucchiaino di semi di finocchio, uno dei digestivi naturali più indicati per concludere un pasto!

Un esempio di menu di Natale buono ma leggero

Dopo alcune dritte, ci soffermiamo sul menu per il pranzo di Natale. Abbiamo elaborato un menu molto saporito e, allo stesso tempo, non troppo compromettente per la linea:

  • Aperitivo di Natale: il centrifugato di anice, mela e limone che vi abbiamo consigliato prima. Se, invece, non volete rinunciare al classico brindisi di auguri, possiamo concederci un sorso di spumante molto leggero.
  • Antipasti di Natale: evitiamo portate grasse (come affettati, salse e tartine). Iniziamo il pranzo con un’insalatona mista composta da indivia, crescenza light e balsamico, melagrana o finocchio, spicchi d’arancia pelati. Aumenta il senso di sazietà, non gonfia ed gustosa!
  • Primo piatto di Natale: Tortellini in brodo (magari di carne) preparati in casa con soltanto farina integrale ed albume. Questo tipo di preparazione dei tortellini li rende altamente digeribili.
  • Secondo piatto e contorno di Natale: senza carne non è Natale. Per cui la scelta da effettuare è quella di preferire l’utilizzo di carni magre, cuocerle direttamente in forno (senza passarle in casseruola con l’olio) e rinunciare a fondi vari sostituendoli con salse leggere come yogurt e aromi. Consigliamo il tacchino. Per il contorno, le verdure sono sempre le benvenute: in questo caso, meglio se cotte al vapore o grigliate. E se siete amanti della classica insalata di rinforzo? Potete tranquillamente mangiarla… fa bene!
  • Dolce di Natale: pandoro o panettone classici.

 

I contenuti che stai leggendo sono estratti dal libro

"Il Ruolo terapeutico degli alimenti"

Vuoi ricevere altri consigli nutrizionali utili gratis?

Leggi la nostra privacy policy